Luglio 31, 2019

La fotografia d’architettura per raccontare spazi urbani

Un’istantanea per descrivere la visione dell’architetto

La fotografia di architettura, attraverso immagini di qualità, ci descrive un’opera edilizia. Ci spiega la forma, la costruzione e la complessità dei dettagli e delle soluzioni tecniche che il progettista ha ideato. Ci svela che può dare emozioni diverse a seconda della luce che si riflette sulle superfici, sui volumi vuoti e sui volumi pieni. Ci fa vedere come i materiali adottati possano nel tempo cambiare e assumere aspetti e forme diverse. Ci fa vedere come un’opera di architettura si confronta e dialoga con il contesto urbano o con il paesaggio. Ci racconta in sintesi il processo creativo dell’autore nel rispetto dell’identità del progetto.

Uno degli obbiettivi nel nostro lavoro è quello di dare sempre il massimo in qualsiasi contesto e situazione. Con la potenza espressa dalla fotografia d’architettura, vogliamo creare un’emozione e far comprendere tutto il significato di una progettazione architettonica, usando le nostre immagini come ponte tra chi ha realizzato l’opera e chi vive il contesto urbano.

Nadia Baldo Architettura

Se si parla di fotografia d’architettura non si può non parlare delle macchine fotografiche a corpi mobili o a banco ottico. Le usiamo in studio per lo still life ma ci sono indispensabili anche nel caso dei servizi fotografici di architettura. Permettono infatti al fotografo il controllo totale delle linee prospettiche attraverso i vari gradi di regolazione dei basculaggi e dei decentramenti di cui sono dotate. In questo tipologia di ripresa la conoscenza profonda delle regole ottiche e prospettiche è più importante della capacità di usare la luce che, nel caso di ripresa in esterno, consiste in un’unica fonte, il sole. Anche nell’architettura d’interni l’uso della fotocamera a banco ottico con i suoi movimenti rimane l’opzione migliore: in questo caso però si aggiunge la necessità di gestire la luce con maestria, per restituire naturalità agli ambienti.

Nel caso della fotografia di architettura industriale, di grandi macchinari o impianti industriali complessi utilizziamo anche carrelli elevatori o piattaforme aeree, sia all’interno degli stabilimenti che all’esterno.

Un settore particolare della fotografia d’architettura è rappresentato dalla aerofotografia, che noi pratichiamo da molti anni con l’utilizzo di elicotteri abilitati del nostro partner Italfly di Trento che, all’occorrenza, ci fornisce anche un drone, con pilota certificato.

Grazie ai nostri scatti raccontiamo la visione creativa dell’architetto rispettando fino in fondo l’identità del progetto. Nadia Baldo e la sua agenzia per la fotografia professionale a Trento realizzano foto in alta qualità per la creazione del tuo portfolio professionale o per i tuoi cataloghi, mettendo il tuo business nella giusta prospettiva.

Architettura15

Scegli la fotografia d’architettura di Nadia Baldo a Trento. Attraverso le sue immagini riuscirà a toccare le corde più profonde delle tue emozioni!

Richiedi ora un preventivo gratuito e senza impegno

per un servizio fotografico professionale
che eleverà il tuo business.


RECENT POSTS

Chiamaci!